banner1.jpgbanner6.jpgbanner4.jpgbanner2.jpgbanner3.jpgbanner5.jpg

Rumo e le Maddalene

Categoria: Trail lungo
Area geografica: Trentino Occidentale (Maddalene)

Partenza/Arrivo: Rumo (Val di Non)
Lunghezza:
26,12 km
Dislivello positivo:
1.944 m
Difficoltà (CAI-SAT): E

La cima del Monte Pin Panorama sulla Val di Non

Itinerario L'ITINERARIO

Posta a cavallo delle due valli trentine di Non e di Sole e di quella altoatesina d'Ultimo, la catena delle Maddalene rimane ancora un angolo selvaggio ed affascinante dove l'escursionista si può immergere totalmente in un ambiente incontaminato.
Il trail proposto ne percorrerà il tratto che da Malga Val arriva fino al monte Pin ripercorrendo per sommi capi la seconda parte del tracciato del bellissimo trail "Maddalene Sky Marathon" che da alcuni anni, nel mese di agosto, è ormai appuntamento fisso per centinaia di appassionati runners.
Punto naturale di partenza ed arrivo per il nostro giro ad anello sarà Rumo e più precisamente l'abitato di Lanza che con i suoi 1.100m è la frazione più alta del paesino.
Lungo un itinerario piuttosto variegato raggiungeremo la vetta del Monte Pin (2.420 m) per godere di un panorama mozzafiato sulla val di Non e attraverseremo i pascoli di alcune delle malghe più caratteristiche della zona quali malga Val, malga Masa Murada, malga Binasia e malga Stablei.


Galleria fotografica GALLERIA FOTOGRAFICA

 

Partenza PARTENZA

Raggiunto il paese di Rumo e la frazione principale Marcena si gira a sinistra nei pressi della stazione dei Carabinieri per salire verso l'abitato di Lanza dove si lascia l'auto in uno dei parcheggi della piazzetta che si trova ad una trentina di metri dalla grande fontana posta sulla destra dopo le prime abitazioni (ex bar Maddalene).

Coordinate GPS del punto di partenza:

  • longitudine: 11.012522
  • latitudine: 46.454793

 

Descrizione dettagliataDESCRIZIONE DETTAGLIATA DEL PERCORSO

Località Pont dal VatRisalita la piazza di Lanza (1.100 m) si trovano le prime tabelle SAT con le indicazioni del sentiero n. 113 per Malga Val. Superate le ultime case si prosegue su strada forestale fino alla località Pont dal Vat (1.256 m) dove si tiene la destra sempre in direzione Malga Val. La strada bianca, piuttosto ripida e a volte monotona, presenta diversi tratti cementati dove la pendenza è più sostenuta. Lasciatosi sulla destra il bivio con il Nei pressi di Malga Valsegnavia 147 per Proves in breve si raggiunge Malga Val (4,30 Km - 1.925 m) dopo aver coperto i primi 800 m di dislivello. Svoltando a sinistra proprio davanti all'ingresso della malga si lascia la forestale per calpestare finalmente i sentieri delle Maddalene a cominciare dal numero 133.
Il sentiero 133 è la spina dorsale delle Maddalene: contrassegnato anche dalla sigla S.I. (Sentiero Italia) e dedicato ad Aldo Bonacossa (uno dei fondatori del CAI di cui fu anche presidente dal 1933 al 1945) attraversa la catena partendo dal Passo Palade fino ad arrivare a Rabbi.
Visuale dal Monte AltoQuesto, con moderata pendenza, ci porta rapidamente fino al panoramico Monte Alto (5,50 Km - 2.009 m) dove scolliniamo ed iniziamo una divertente discesa passando dapprima presso i ruderi della Malga Cemiglio di fuori (6,60 Km - 1.810 m) per raggiungere poi il Bivacco Forestale (7,50 Km - 1.830 m).
Proseguiamo mantenendo il medesimo segnavia facendo particolare attenzione perché in questo tratto il sentiero potrebbe non essere molto evidente anche a causa dell'erba alta. Non si può comunque sbagliare perché il 133 è l'unico sentiero che attraversa quest'area.
Malga Masa MuradaSuperato un primo tratto di ripida salita con qualche punto leggermente esposto si continua su un piacevolissimo e corribile saliscendi che in breve ci conduce prima alla Malga Masa Murada (10,75 Km - 2.046 m) e poi al bivio a quota 2.110 m. Qui ci lasciamo sulla sinistra il sentiero 149 che conduce al Lago Pin e alla Sella di Piron, e continuiamo sul 133 per raggiungere su decisa salita il Passo Binasia (12,70 Km - 2.296 m).
Al Passo Binasia prendiamo la traccia di destraDecidiamo a questo punto di lasciare il sentiero segnato per seguire una evidente traccia che dal passo diparte a sinistra in direzione del Monte Pin. Continuando invece sul sentiero fino a qui percorso si potrebbe raggiungere in breve la Malga Binasia di sopra. La nostra traccia ci porta a superare due rilievi senza nome: il primo con una quota di 2.399 m con croce di vetta e il secondo di 2.383 m. Si prosegue, per brevi tratti su sfasciumi, puntando al sentiero che sale da Malga Binasia lungo la dorsale ovest del monte Pin ed intercettandolo a quota 2.305 m nei pressi dell'incrocio con il sentiero che sale da Malga Borca di sopra. Seguiamo La cima del Monte Pinquindi il sentiero 131 che ci porta alla vetta del Monte Pin (15,10 Km - 2.420 m) da cui si gode di un aereo panorama sulla sottostante valle di Bresimo e sulla val di Non. Nei pressi della croce di vetta scendiamo in direzione di Malga Grumi (fare attenzione al primo tratto piuttosto ripido), ma senza raggiungerla. Località Laghetti di GrumiIn località Laghetti di Grumi (16,70 Km - 2.090 m) deviamo infatti sul sentiero 149 in direzione di Malga Stablei. Risaliamo dapprima fino a quota 2.141 m per poi discendere in maniera regolare e veloce su verdeggianti prati fino a raggiungere l'incantevole Malga StableiMalga Stablei (19,50 Km - 1.764 m), affascinante balcone panoramico che ci consente di vedere il punto di partenza del nostro anello.
Alla malga imbocchiamo la forestale contrassegnata dal segnavia 148 con direzione Mocenigo, strada che abbandoneremo poco dopo per deviare a sinistra sul ripido sentiero che mantiene la medesima numerazione. Si perde velocemente quota fino ad incrociare una forestale che percorreremo verso sinistra. Teniamo la forestale ignorando il bivio che conduce a Mocenigo e Fontane fino ad incontrare la strada che collega Rumo con Malga Lavazzè (segnavia 134) e la discendiamo superando il Capitello di S. Antonio fino alle indicazioni per il “Sentiero de la lez” prima e la “Sorgente ferro-magnesica” poi (segnavia 5 della SAT di Rumo). Gli ultimi tratti prima di tornare a LanzaSeguiamo queste indicazioni e percorriamo la piacevole passeggiata fino a raggiungere la strada che sale al Pont dal Vat (risalita alla partenza - 25,40 Km). Da qui in pochi minuti si torna all'auto nella piazza di Lanza.


NoteNOTE UTILI

Al Passo Binasia si può evitare di percorrere il tratto di tracce di sentiero (peraltro molto evidenti) scendendo con il sentiero 133 alla Malga Binasia di sopra (2.138 m) per poi deviare sul 131B fino all'incrocio con il 131 (2.305 m) proveniente dal malga Borca di sopra. Si prosegue a questo punto con l'itinerario già descritto salendo alla cima del Monte Pin.


GPSTRACCIATO GPS

Scarica il tracciato in formato GPX

Scarica il tracciato in formato KML (Google Earth)


Cartina CARTINA (Le mappe di Trentino Trail Running)

Stralcio carta Kompass n. 147 Alta Val di Non - Numero licenza 14-1012-LVB

Kompass - Il vero specialista in guide e carte geografiche

 

 

FacebookTwitterGoogle BookmarksPinterest

©2017 Trentino Trail Running | Template a4joomla